RELAX CUP 2018 – I verdetti!

Locandina RELAX CUP 2018 590x442 RELAX CUP 2018   I verdetti!

40 giocatori, 10 Tabelloni TPRA/FIT, 1 Girone “All Star”, oltre 100 match disputati, 4gg di tennis intensissimo, il tutto impreziosito da condizioni climatiche tropicali.

La RELAX CUP 2018 si chiude con l’unanime sensazione di aver vissuto una vera e propria mini-vacanza estiva.

Tanti protagonisti sopra le righe, a partire dai pluripremiati (2 titoli a testa) Zacchini, Federici e Spoldi. Per quest’ultimo, anche un terzo trofeo di consolazione, oltre al plauso generale per aver aderito ad una manifestazione a 1000km da casa!

La giornata conclusiva del weekend rappresenta un incubo, invece, per la famiglia Canini, che conquista 1 solo successo su 6 finali disputate!

Ecco nel dettaglio lo sviluppo dei vari tornei.

SINGOLARE MASCHILE

E’ Spoldi a spuntarla manifestando durante tutto il percorso una maggiore freddezza e propensione alla battaglia. Paradossalmente è proprio la finale il match più agevole, dopo aver sofferto e indirizzato a suo favore solo in extremis i turni precedenti contro gli osticissimi Ottaviani, Baiocco e Garzione. Il trofeo, insieme agli ambiti biglietti per gli Internazionali di Roma, sconfina dunque a Crema.

Delusione invece per Canini P., che crolla sul più bello dopo esser stato protagonista in semifinale di una delle rimonte più appassionanti del weekend, su Bianco.

Note di merito per Nicolia e La Rocca, apparsi in grado di ambire presto a traguardi prestigiosi.

Nel Tabellone Consolazione, coppa a Carlà E., che fa prevalere tutta la sua esperienza contro il comunque positivissimo Pastore, altro talento in notevole crescita.

SINGOLARE FEMMINILE

E’ Federici a sovvertire i pronostici iniziali, che vedevano Canini G. dominatrice incontrastata. Così è stato invece solo fino alla finale, dove a fare a differenza è la lucidità e la grinta della giocatrice di Latina. Per Federici l’enorme soddisfazione di aver dettato superiorità nonostante un tabellone durissimo sin da subito.

Si conclude in Semifinale (e sarà solo il primo ciak di un film a più puntate) la cavalcata delle due new entry del Circuito, Barberis e Cario, dimostratesi assolutamente all’altezza delle migliori.

Non stupisce più Montrone, oramai una realtà affermata dell’ambiente, che prima incappa in un esordio negativo, per poi ergersi a vincitrice del Tabellone Consolazione.

Di contro, stentano ancora a decollare i risultati di Hazi, tanto talentuosa quanto discontinua.

DOPPIO MISTO

Il torneo con più tiebreak disputati, si conclude con un esito tutt’altro che sorprendente. Si impongono Zacchini-Maugliani, che palesano notevole intesa abbinata ad un tennis decisamente efficace. Si arresta in finale la corsa del duo Canini P.-Federici, approdati all’atto conclusivo dopo aver rischiato grosso prima con Fischetto-Montrone, autori di un torneo favoloso, poi con Carlà E.-Barberis. Stupisce l’alchimia creatasi tra Scoppoletti e Caporale, i due “perfetti sconosciuti” giunti a pochi passi dall’impresa contro i campioni.

Nel Tabellone Consolazione, ancora Spoldi, in coppia con la dolce metà Patrini, alza l’ennesimo trofeo, a scapito di Massabki-Amato, che possono comunque ritenersi orgogliosi della prima esperienza insieme.

Applausi per la compagine La Rocca-Bernardini, un assoluto spettacolo nello spettacolo vedere l’unione di intenti tra generazioni diversissime!

DOPPIO MASCHILE

L’ultimo punto della RELAX CUP 2018 decreta l’ennesimo successo degli insaziabili Spoldi-Zacchini. Finale dall’esito incertissimo che appassiona il folto pubblico accorso.

Niente da fare per Baiocco-Pieroni, tra i favoriti della vigilia, che falliscono un match point prima di crollare nella fase finale del tiebreak.

Molto combattute anche le semifinali, dove solo qualche errore nei momenti decisivi impedisce alle coppie Carlà-Carlà e Fischetto-Provenza di giocarsi il titolo.

Massabki-Scoppoletti si aggiudicano il Tabellone Consolazione, a smentire con pieno merito le poche aspettative iniziali.

Cosa dire dei vincitori morali del torneo, Moroncelli-Croce. 150 anni in due. E solo per l’anagrafe. Un insegnamento di vita per tutti. La vittoria più bella.

DOPPIO FEMMINILE

Per molti il torneo più coinvolgente! La sessione serale con le semifinali di entrambi i tabelloni, rappresenta il momento di tennis più adrenalinico dell’intero weekend.

Solo due tiebreak drammatici impediscono a Frumuz-Caporale e alle recidive Cario-Barberis di accedere in finale, a giocarsi la quale sono le coppie Canini G.-Federici e Amendolea-Romagnoli.

Per la bombardiera di Velletri, sostenuta da una Federici in trance agonistica, arriva l’unico successo di un weekend che poteva garantirle un bottino ben diverso.

Urla e strepiti di gioia seguono il punto decisivo che attribuisce a Calà-Montrone il Tabellone Consolazione.

Anche in questo torneo, come non dedicare un pensiero di stima assoluta per la coppia Maccari-Bernardini, capaci di ritagliarsi il ruolo di mine vaganti pericolose per chiunque.

ALL STAR 15 GAMES

Il girone all’italiana non tradisce le attese di un verdetto equilibrato ed incerto fino all’ultimo scambio delle 2 partite conclusive.

La spunta TEAM TENNISWORLD, sfruttando la miglior differenza games rispetto al TEAM GOLD (Amendolea/Pieroni che pagano un esordio negativissimo) e al TEAM 15 FISSO (Paffetti/Zacchini, i detentori dell’edizione 2017). Determinante l’esplosività di Frumuz, che chiude senza sconfitte nei vari singolari, e l’impatto sorprendente di Baiocco, chiamato a sostituire in corsa il titolarissimo Provenza, vittima di infortunio durante la Champions Night di calcetto.

Non demerita affatto il TEAM MINIGIOIELLO, con Carlà M. e Caporale sempre costantemente in partita con tutti.

DOPPIO GIALLO VINTAGE

Nella rapida kermesse con le racchette di legno, in un tabellone stravolto rispetto al sorteggio di inizio weekend, tanta curiosità, grande divertimento, e soprattutto una insospettabile bravura dei partecipanti.

Si aggiudicano il minitorneo Carlà M. e Cario, in finale su Maugliani e Carlà E.

Ennesima beffa in semifinale per Barberis, la cui RELAX CUP avrà ricordi a tinte esclusivamente bronzee.

 

Ci riserviamo un ultimo plauso a quei giocatori rimasti ai margini dei successi sportivi, ma ugualmente determinanti per l’armonia del gruppo.

Petrocchi/Piozzi/Amato, tutte alla primissima e per niente deludente esperienza TPRA, Ottaviani, un fumetto vivente, Moretti, infortunato ma onnipresente ai campi, e Krakowska, sempre sorridente nonostante una serie di risultati sfortunati.

Grazie a tutti per partecipazione, allegria, puntualità e collaborazione, indispensabili per la buona riuscita dell’evento!

Arrivederci alla RELAX CUP 2019 (o forse prima………)

 

SINGOLARE MASCHILE
SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO MASCHILE

DOPPIO FEMMINILE

DOPPIO MISTO

ALL STAR 15 GAMES

TABELLONI CONSOLAZIONE

FOTOGALLERY COMPLETA

————————————————

Commenta su facebook

Leave a Reply

Per qualsiasi problema di natura tecnica contatta l'indirizzo email supporto@quellicheiltennis.it