IL ROVESCIO – come impostarlo?

Abbiamo due impugnature fondamentali:

  • 1 eastern di rovescio
  • 2 western di rovescio

IMPUGNATURA EASTERN DI ROVESCIO

E’ sicuramente da ritenere la presa didatticamente più consigliata per una serie di vantaggi:

- buona solidità del polso

- buon controllo di palla

- impatto della palla davanti al corpo

Si ottiene, dalla presa eastern di diritto, ruotando la mano sul manico verso l’interno (in senso antiorario) di circa un quarto di giro.

IMPUGNATURA WESTERN DI ROVESCIO

Il pollice si pone longitudinalmente al manico, poggiato sul lato verticale interno.

E’ un’impugnatura sempre meno usata, in quanto gli svantaggi sono maggiori dei vantaggi.

ROVESCIO AD UNA MANO

DESCRIZIONE DEL MOVIMENTO

  • 1 apertura: la mano non dominate ci aiuta a portare indietro la racchetta
  • 2 la racchetta va portata indietro alta, con le spalle che si girano molto e il mento sopra la spalla destra. La racchetta supera la linea delle spalle, con il braccio destro rilassato.
  • 3 Importante è il primo passo dato con il piede sinistro che deve essere laterale, con l’ultimo passo sempre in avanti per aggredire la palla.
  • 4 Impatto davanti al centro di gravità del corpo
  • 5 Finale col palmo della mano che finisce in fuori a guardare l’avversario.
  • 6 Molto importante è che il primo passo a rientrare sia incrociato, in modo da trovarsi pronti ad un eventuale contropiede.
  • 7 La testa della racchetta, al momento dell’impatto non deve scendere al di sotto dell’impugnatura.

rovescio IL ROVESCIO   come impostarlo?

ROVESCIO A DUE MANI

  • 1 impugnatura: mano dominante tiene una eastern di rovescio; la mano non dominante una semi-westren di diritto. Il colpo dipenderà dall’impugnatura della mano non dominante.
  • 2 L’apertura deve essere fatta sopra all’anca per garantire una maggiore accelerazione
  • 3 Locking position: racchetta lontana dasl corpo, col tappo della racchetta che punta in avanti, verso l’avversario. Questa postura aiuta a mantenere l’attrezzo sempre nella stessa posizione, indipendentemente di come si mettono i piedi. Questa posizione deve essere raggiunta prima di iniziare il giro del colpo e va mantenuta fino al punto d’impatto ( ruota solo il corpo)
  • 4 Impatto: davanti al centro di gravità del corpo. E’ molto importante che ci sia equilibrio. Dopo l’impatto le braccia si rilassano; i gomiti si liberano e vanno in avanti. Ricordiamo che il punto d’impatto del rovescio a due mani è moto più arretrato di quello a una mano.
  • 5 Finale: con le braccia che spingono in avanti e il palmo della mano sinistra che finisce in fuori.
  • 6 La potenza: del colpo viene data dalla torsione del busto.

rovescio2mani IL ROVESCIO   come impostarlo?

fonte: http://www.jb-tennis.net
Estratto dal trattato del Dott. F. Coppini.

Commenta su facebook

Leave a Reply

Per qualsiasi problema di natura tecnica contatta l'indirizzo email supporto@quellicheiltennis.it