IL DIRITTO – come impostarlo?

FONDAMENTI DEL DIRITTO

il modo di impugnare la racchetta condiziona notevolmente l’esecuzione del colpo.

Esistono tre tipi di impugnatura:

  • eastern di diritto
  • western di diritto
  • continental

a queste tradizionali si possono aggiungere tutte le loro derivate:

  • semi-eastern
  • semi-western

IMPUGNATURA EASTERN DI DIRITTO

E’ didatticamente la più consigliabile per una serie di vantaggi che offre:

  • 1 buona soliditĂ  del polso e quindi di tutto il colpo
  • 2 ottimo controllo della palla
  • 3 impatto della palla in linea o davanti al corpo
  • 4 impatto della palla sicuro
  • 5 finale fluido e allungato
  • 6 esecuzione relativamente poco dispendiosa a livello fisico
  • 7 buona velocitĂ  di palla

Si ottiene appoggiando il palmo della mano destra sull’ovale con le dita rivolte verso la testa della racchetta e facendola scendere lungo il manico fino all’impugnatura; oppure sistemando direttamente il palmo della mano sul lato verticale esterno del manico, come se si volesse stringere la mano a qualcuno.

Bisogna sentire il lato verticale esterno del manico ben appoggiato al palmo della mano e parallelo ad esso, come se si volesse colpire la pallina col manico stesso.

IMPUGNATURA WESTERN DI DIRITTO

La mano è, rispetto all’altra impugnatura, più spostata verso l’esterno del manico, perciò risulta più chiusa.

Un facile modo per ottenerla è quella di appoggiare per terra la racchetta parallela al terreno e impugnare il manico.

VANTAGGI

  • 1 grande escursione a livello del polso e quindi possibilitĂ  di dare forti rotazioni in avanti anche esasperate
  • 2 impatto della palla davanti al corpo
  • 3 movimento di esecuzione abbastanza breve

SVANTAGGI

  • 1 necessitĂ  di un perfetto tempismo sulla palla
  • 2 difficoltĂ  a tenere la traiettoria della palla
  • 3 difficoltĂ  nel gioco al volo
  • 4 notevole sforzo fisico
  • 5 difficoltĂ  nel colpire le palle alte

DESCRIZIONE DELLA METODOLOGIA DEL COLPO

  • 1 l’impugnatura migliore è quella eastern o semi-western
  • 2 appena si ha la percezione che la pallina arrivi sul diritto si deve iniziare la preparazione del colpo, facendosi aiutare con la mano sinistra che punta la pallina e aiuta a portare indietro la racchetta (maggiore rotazione dell’anca e delle spalle). Il sistema australiano porta per prima cosa indietro il gomito!!
  • 3 Come punti di riferimento quando si porta indietro la racchetta è che questa sia lata dietro e l’altra mano distesa avanti: ci aiuta a colpire la palla avanti
  • 4 Locking position: il tappo della racchetta punta in avanti, palmo in fuori e 90° tra braccio e avambraccio. Questa posizione deve essere raggiunta prima di iniziare il giro del corpo e va mantenuta fino al punto d’impatto (ruota solo il corpo). Agassi, con la mano che sta avanti, si aiuta a ritardare il movimento per avere una maggiore accelerazione del braccio.

diritto eastern IL DIRITTO   come impostarlo?

  • 5 punto d’impatto: dipende dall’impugnatura: con la eastern sarĂ  piĂą arretrato, con la western sarĂ  piĂą avanti. E’ molto importante che al momento dell’impatto ci sia equilibrio. Il punto ideale in altezza deve essere tra le ginocchia e le anche.
  • 6 La testa della racchetta al momento dell’impatto si trova circa all’altezza dell’impugnatura.
  • 7 Dopo l’impatto il braccio si rilassa e il gomito si libera
  • 8 Finale: deve essere col palmo in fuori, che guarda l’avversario.
  • 9 Dopo impatto: il peso del corpo cade in avanti se si sta usando una posizione chiusa, cioè di fianco; se si colpisce frontali, si scarica il peso del corpo sulla gamba che sta davanti.

diritto 590x324 IL DIRITTO   come impostarlo?

LE MISURE DI UN BEL DIRITTO? 90-90-90

Analizzando le varie scuole nazionali si possono vedere diversi modi di interpretare la dinamica dell’apertura:

- AUSTRALIANA: insegna ad arretrare immediatamente il gomito che va tenuto piegato e molto alto, praticamente al livello della spalla, come è solito fare Philippoussis.

- SPAGA: il concetto è diverso: considerando che la scuola iberica impone ai suoi allievi di utilizzare una forte rotazione top spin, è il polso che viene fatto ruotare immediatamente in modo da aprire immediatamente la faccia della racchetta e metterla in posizione tale da farla passare sotto il livello della palla e, con un forte ritorno del polso, imprimere l’effetto in top necessario.

- USA: la mano sinistra accompagna dietro quella dominante e poi va a puntare la palla in arrivo. (Agassi).

Tutte le scuole però mantengono un punto in comune che riguarda la fase più importante del gesto: quella che porta all’impatto con la pallina.

Si parla della regola del “90-90-90”: si tratta dell’angolo che si determina al momento dell’impatto tra spalla, gomito, polso e mano. Questa metodologia di esecuzione è comune a tutte le scuole.

La posizione 90-90-90 è quella che consente la massima precisione d’impatto e la miglior accelerazione del polso che popi corrisponde ad una più alta velocità di esecuzione.

La posizione dei piedi consigliata per questo tipo di esecuzione è quella definita “open stance”: vale a dire frontale alla rete col peso del corpo che appoggia soprattutto sulla gamba destra.

In questo modo il braccio ha maggior spazio per agire e la frustata risulterĂ  piĂą rapida.
fonte: http://www.jb-tennis.net
Estratto dal trattato del Dott. F. Coppini.

Commenta su facebook

Leave a Reply

Per qualsiasi problema di natura tecnica contatta l'indirizzo email supporto@quellicheiltennis.it